< TORNA INDIETRO

 

SEZIONE DELLA LEGA NORD
 DI VILLA D’ALME’

“MARIO CAPELLI”

 

NO
 ALLA DISCARICA DI ALME’

 BASTA CON LA DISTRUZIONE DEL TERRITORIO, BASTA CON LO SFRUTTAMENTO CONTINUO DEI NOSTRI PAESI!

Di recente il Consiglio Comunale di Alme’ (con il voto contrario della Lega Nord)  ha approvato un accordo con la SOCIETA' ENERGIA & AMBIENTE s.r.l. per la “riqualificazione” (così la chiamano loro..) dell’area denominata “cava e fornace Ghisalberti”.
Cosa prevede questa “riqualificazione”? La prosecuzione dell’escavazione di argilla per un totale di 150.000 metri cubi ma soprattutto l’utilizzo come materiale di riempimento della cava, oltre che di terre e rocce di scavo, anche di RIFIUTI INERTI per un totale stimato di 1.500.000 metri cubi; questa “attività” avrà una durata di almeno 15 anni!!! Per concludere in bellezza, su quest’area grava l’incognita della possibile destinazione d’uso una volta terminata l’attività di escavazione e successivo riempimento; chi si prenderà carico di un’area all’apparenza attraente ma che nei fatti nasconde tonnellate di rifiuti nel sottosuolo?

Allarmati segnaliamo che tra i RIFIUTI INERTI sono compresi anche quelli derivanti dall’attività edilizia e di demolizione; …E se ad esempio finissero nella cava delle macerie derivanti dalla demolizione di pavimentazioni industriali già contaminate da sostanze chimiche tossiche durante i processi industriali? ..E se venissero conferite delle terre e rocce da scavo provenienti da luoghi già oggetto di riversamenti di sostanze pericolose nel terreno? Altri mille esempi potrebbero essere fatti!! Per evitare simili circostanze che mettono a serio repentaglio la salute dell’uomo, sarebbe necessario che nella lunga ed intricata filiera dei rifiuti tutto scorresse nel pieno rispetto della normativa; tracciare la “storia” e controllare i rifiuti  rimarrebbe comunque un’impresa ardua!!! Una valida legge  nazionale di controllo e tracciabilità dei rifiuti qual’ è quella del SISTRI è stata sospesa (“mistero” all’italiana); quante volte abbiamo sentito di disastri ambientali causati da negligenza o peggio ancora da personaggi malavitosi che consideravano queste discariche un metodo veloce per disfarsi di rifiuti pericolosi? L’assessore delegato all’Urbanistica ed edilizia privata di Almè se ne è uscito con un puerile: Dipende dall’onestà dell’impresa e da come saranno fatti i controlli.
Siamo messi bene!

Il Sindaco e il gruppo di maggioranza di Villa d’Almè fino ad ora sono rimasti a guardare!
Ma si rendono conto che tutto ciò comporterebbe l’attraversamento giornaliero nel nostro paese da parte di decine di automezzi pesanti diretti ad Almè con conseguenti gravi ricadute sulla già martoriata tranquillità Villese e la conseguente dispersione di polveri che potrebbero essere anche nocive? A cosa serve la loro tanto decantata Unione dei Comuni se poi alla fine noi continuiamo a subire decisioni prese dai nostri vicini a discapito nostro? Forse non vogliono creare problemi ai loro “compagni” di partito?
E’ ora di finirla di nascondere alla gente che i nostri comuni sono a bolletta a causa di uno Stato che sperpera i nostri soldi in altre zone del paese! Pur di raschiare il fondo del barile e nascondere la verità ai loro cittadini, questi nostri cari sindaci sono disposti a tutto, persino a distruggere definitivamente il nostro territorio con nuove cementificazioni, discariche e svendite di patrimoni comunali vari !!!
 

< TORNA INDIETRO

Torna alla home page