< TORNA INDIETRO

SEZIONE DELLA LEGA NORD
 DI VILLA D’ALME’

“MARIO CAPELLI”

 


LETTERA DI FINE ANNO 2010

Cari fratelli padani,

sta per terminare un anno, il 2010, che per tutti noi è stato intenso e ricco di soddisfazioni.

Alle ultime elezioni Regionali, lo scorso marzo, la Lega Nord ha raggiunto il picco massimo storico dei suoi consensi, arrivando oltre il 12,8% - conquistando la presidenza della Regione Piemonte e della Regione Veneto e la vicepresidenza della Regione Lombardia – e nella contestuale tornata di elezioni Amministrative abbiamo fatto il solito ‘pieno’, come ormai accade da un po’ di anni, di sindaci e assessori.

E anche dal Parlamento sono arrivate buone notizie, a cominciare dall’avanzare speditissimo dei decreti attuativi del Federalismo fiscale: una riforma che attendevamo da oltre vent’anni e che ormai è ad un passo dalla definitiva e completa realizzazione.

Dopo venti anni di battaglie, di impegni e di sacrifici, grazie alla determinazione e alla granitica volontà di Umberto Bossi, e di tutti voi che ci avete sempre creduto, stiamo per ottenere un risultato di enorme portata: questa riforma, infatti, spalancherà le porte al cambiamento che auspicavamo e ci consentirà di tornare ad essere, finalmente, padroni a casa nostra.

Eppure già da ora, nel momento in cui stiamo per centrare questo ambito traguardo, dobbiamo iniziare a guardare oltre, al futuro, al prossimo obiettivo che vogliamo e dobbiamo raggiungere.

Per essere totalmente padroni a casa nostra e per attuare completamente il Federalismo, infatti, dovremo infatti spostare i centri nevralgici dell’amministrazione pubblica dal centro al territorio: avere un Senato Federale, che sia espressione dei territori e abbia sede qui in Padania, e decentrare i ministeri da Roma alle nostre città, significherà avvicinare l’amministrazione, e le sue decisioni, ai cittadini, al tessuto produttivo e sociale e ai loro concreti bisogni.

Come vedete ci attende un’altra battaglia impegnativa, per ottenere un altro risultato storico, un’altra riforma epocale.

Ma con il cuore, il coraggio e la concretezza che da sempre contraddistinguono tutti noi, fratelli padani, vinceremo anche questa sfida.

A tutto questo, però, penseremo tra qualche settimana: adesso, dopo un anno di duro e fruttuoso lavoro, godiamoci in serenità le festività del Santo Natale, insieme alle nostre famiglie e ai nostri cari, ritempriamoci e ricarichiamo le batterie, in vista di un 2011 in cui, ancora una volta, dovremo far sentire la voce e la forza del Nord e dei suoi popoli.

Auguri a tutti voi e ai vostri cari per un Buon Natale e un felice 2011.

                                                                                     Roberto Calderoli

 

< TORNA INDIETRO


Torna alla home page