< TORNA INDIETRO

 

-     

 GRUPPO CONSILIARE
LEGA NORD – LEGA LOMBARDA
  DI VILLA D’ALME’

 

al sig. Sindaco di Villa d’Almè
Maurizio Mazzocchi

 PARERI E PROPOSTE SULLO STUDIO DEL TRAFFICO VEICOLARE DI VILLA D’ALME’

 

Egr. Sig. Sindaco, il gruppo della Lega Nord di Villa d’Almè dopo aver ricevuto i risultati e le proposte di intervento derivanti dallo studio sul traffico di Villa d’Almè, vuole mettere in evidenza alcuni aspetti secondo noi non condivisibili e nello stesso tempo proporre delle varianti che potrebbero essere più efficaci.

  

  1. Intervento n° 1 di via Ventolosa: il restringimento della provinciale della val Brembana dovuto alla formazione del marciapiede da via Fonderia a via Boccaline causerà intralcio e ostacolo al flusso veicolare in transito oltre che un aumento di pericolosità per veicoli lenti come ciclisti e motoveicoli alle prese con pulmann e TIR. Sarebbe più logico la formazione del marciapiede sul lato opposto della strada (con maggior spazio a disposizione), utilizzando un semaforo a chiamata per l’attraversamento dei pedoni in corrispondenza di via Fonderia.

 

  1. Intervento n° 2 di via degli Alpini: in attesa del rifacimento del marciapiede (sempre che avvenga e che si trovino i fondi…), per una questione di sicurezza nei confronti di ciclisti e motoveicoli lenti sorpassati a pochi centimetri di distanza, chiediamo di eliminare lo spartitraffico esistente e sostituirlo con un paio di piattaforme rialzate rallentatraffico ben segnalate e illuminate.

     

3.   Intervento n° 3 di via Moro, De Gasperi e Ronco Alto: l’allargamento del marciapiede per la formazione di una pista ciclopedonale che si tramuterà in un “circuito chiuso” di neanche un paio di chilometri ci sembra uno spreco di soldi oltre che di scarsa utilità. Sarebbe più opportuno utilizzare i fondi (sempre che ci siano) per realizzare piste ciclabili che collegano i diversi nuclei di Villa d’Almè piuttosto che anelli ciclabili fini a se stessi.

 

  1. Intervento n° 8 di via Ripa alta: l’idea di istituire un senso unico solo in alcune ore serali (da quanto abbiamo capito), ci sembra del tutto assurda, disagevole e poco assimilabile da parte dei residenti e dei “non residenti”, con conseguente rischio di incidenti nonché di immediati retrofront con giri extra per le nostre vie oltre che di una sicura elusione di questo divieto “a tempo” senza una sorveglianza continua.

  

La Lega Nord di Villa d’Almè vuole inoltre porre all’attenzione altri punti critici del traffico veicolare presenti sul territorio di Villa e che stranamente non sono accennati nello studio sul traffico.

  1. Incrocio via Gotti – via Dante: considerata la rivoluzione del flusso veicolare in Villa d’Almè dovuta alla formazione delle rotatorie da parte della Provincia di Bergamo con conseguente divieto di svolta verso la val Brembana da via fratelli Calvi, si avrà un aumento di traffico lungo via Gotti alle Ghiaie. Questo provocherà un disagio oltre che un aumento di pericolosità causato dai veicoli che svolteranno su via Dante (già ora come in passato l’incrocio in questione è sede di frequenti incidenti). Il comune di Villa deve farsi portavoce verso la Provincia affinchè questo bivio venga ridisegnato o allargato in modo da non creare intralcio tra i vari veicoli indipendentemente dal fatto che la svolta venga consentita solo ai residenti.

 

  1. Incrocio tra via San Faustino e via Ripa: stranamente nello studio, non si fa il minimo accenno a questo incrocio che consideriamo di notevole pericolosità dovuta dalla pendenza di via Ripa, dalla sede stradale stretta e dalla scarsa visibilità dei veicoli in uscita da via San Faustino. La nostra proposta  è quella di vietare l’immissione dei veicoli da via San Faustino su via Ripa obbligandoli ad utilizzare la strada che costeggia il perimetro delle scuole elementari la quale diventerebbe naturalmente a senso unico. Facendo questo si potrebbe anche realizzare una breve pista ciclopedonale che costeggi questa via. Il disagio del maggior traffico in coincidenza dell’uscita degli alunni dalle scuole è il minore dei mali rispetto a un continuo stato di pericolosità di 24 ore su 24 all’incrocio in questione.

     
  2. Pavimentazione di piazza Carboni: La Lega Nord ribadisce l’estrema pericolosità delle canalette inserite nella pavimentazione (tra l’altro anch’essa scivolosa in caso di pioggia) realizzata sulla sede stradale di fronte a piazza Carboni. Questa opera è un persistente incubo per ciclisti e veicoli a due ruote che affrontano questa curva in contropendenza soprattutto sul bagnato. Sarebbe auspicabile che l’amministrazione prendesse dei provvedimenti per prevenire future situazioni spiacevoli.


Distinti saluti

 Il gruppo consiliare della Lega Nord-Lega Lombarda di Villa d’Almè 

Donghi Paolo                       Fuselli Renato                   Sonzogni Elisabetta

   


< TORNA INDIETRO


Torna alla home page