< TORNA INDIETRO

CONSIGLIO COMUNALE DEL 27-11-2007
 

Durante il consiglio comunale del 27-11, dibattendo un’interrogazione del consigliere Donghi della Lega Nord in cui chiedeva spiegazioni sul fatto che l’assessore Castelli avesse negato in un precedente consiglio che  all’amministrazione  comunale fosse arrivata la richiesta di contributi economici da parte dell’asilo parrocchiale (cosa non vera visto anche il documento protocollato in comune), la maggioranza non ha avuto altro da dire che l’amministrazione comunale deve provvedere a sostenere il programma formativo dei bambini, a soccorrere economicamente le spese di sostegno dei bambini diversamente abili e non a ripianare il debito di bilancio dell’asilo stesso.

Visto che l’asilo è gestito in modo da non avere scopo di lucro e che fornisce inoltre un servizio pubblico, avremmo molto da ridire su questa affermazione.

Innanzitutto precisiamo che la Lega Nord non ha chiesto all'Amministrazione Comunale di "ripianare i debiti dell'asilo parrocchiale" ma di integrare di € 6.000,00 il contributo concesso all'asilo al fine di contenere le rette in quanto, visto che il contributo comunale è stato concesso in misura inferiore rispetto a quanto richiesto, un eventuale futuro aumento delle rette dovuto al mancato finanziamento richiesto, sarebbe stato in questo caso ridotto dal fondo di € 6.000,00.

Nonostante questa doverosa precisazione  il punto è comunque questo: se la scelta politica del gruppo “Con la gente” è quello di sostenere solo in parte l’asilo parrocchiale, questo lo si deve dire chiaramente in consiglio comunale in modo che tutti ne traggano le dovute conclusioni e non, come è stato fatto, negare in modo a dir poco scorretto che all’amministrazione fosse arrivata la richiesta di contributi!!

Su questo punto non abbiamo avuto nemmeno nel dibattito durante il Consiglio Comunale una risposta chiara anzi, il Sindaco ha chiuso frettolosamente il dibattito in nome del rispetto dei tempi concessi a ciascun consigliere; a noi questa fretta nel voler chiudere il dibattito è sembrata il lancio di una scialuppa di salvataggio  per l'assessore Castelli che oramai era all'angolo!!! 
Di conseguenza anche la mozione della Lega Nord per incrementare il contributo economico all’asilo è stata bocciata dalla maggioranza che dovrebbe essere invece “Con la gente”…

 

Oltre a questo erano all’ordine del giorno due mozioni a riguardo della situazione di crisi del linificio; una da parte della consigliere di maggioranza Cordoni e una firmata dal gruppo Lega Nord.
Perché due mozioni riguardanti lo stesso argomento?...Perché l’idea iniziale della maggioranza era quella di far approvare da tutto il consiglio una mozione a favore del linificio presentata da un loro consigliere.

A questo punto il gruppo consiliare della Lega Nord, dopo aver proposto inutilmente di stilare una mozione scritta e firmata da tutti e tre i gruppi consiliari presenti in consiglio, per rafforzare il significato di questo documento e per dare ad ognuno la possibilità di inserire più idee o richieste da porre all'attenzione del Consiglio Comunale, ha deciso di presentare una mozione propria.

Risultato: a pochi giorni dal consiglio comunale, probabilmente a causa di una riflessione durata giorni o a causa delle proposte che avevamo inserito nella nostra mozione, la maggioranza ha accettato di unire la nostra mozione con la loro in un unico documento che è stato votato all'unanimità da tutto il consiglio comunale.

In particolare siamo soddisfatti del fatto che tutti abbiano recepito la nostra proposta di attuare delle agevolazioni su tariffe comunali a favore delle famiglie Villesi colpiti da questa crisi. Se la Lega non avesse presentato la mozione, a queste agevolazioni chi avrebbe mai pensato???

 

< TORNA INDIETRO


Torna alla home page