< TORNA INDIETRO

LA LEGA SFONDA TRA I GIOVANISSIMI:
Il 15% VUOLE VOTARLA !

Se dovessero scendere in piazza per un nuovo ’68 questa volta i giovani sventolerebbero le bandiere della Lega e chiederebbero più identità e più tradizione. Potrebbe essere uno sconvolgimento di posizioni date per acquisite il sondaggio di Renato Mannheimer per il Corriere della Sera. In base ai dati forniti, il Carroccio ottiene, tra la popolazione giovanile che va dai 18 ai 20 anni, il 15,2%, il doppio di quanto i sondaggi danno alla Lega sull’intero corpo elettorale. Solo grazie al Carroccio la Federazione della Libertà mantiene saldamente il primo posto, visto che il Popolo delle Libertà tra gli under 20 scende percentualmente al 21,7. Stessa sorte per il Partito Democratico che tra i giovani non sfonda e si ferma al 31,4%. Buone le prestazioni della Sinistra l’Arcobaleno (15%) e dell’Udc (11%). Numeri che tra l’altro vengono confermati dai risultati ottenuti dal movimento giovanile del Carroccio nelle scuole e nelle università del Nord.
«Questi dati sono la prova che la Lega continua a rappresentare il nuovo ed essere all’avanguardia» commenta Andrea Gibelli, che nonostante la giovane età ha un’esperienza consolidata. Il deputato leghista sottolinea come «il nostro vero potenziale sia tra i giovani, tra coloro che hanno aspettative nei confronti del futuro e sono più “ambiziosi”». Per Gibelli «la sinistra vive ancora sulla rendita di posizione dell’egemonia culturale di cui ha goduto, ma i tempi sono cambiati». Poi, riflette il deputato della Lega, «la sinistra ha spacciato alcuni concetti come positivi. Parlare di Pace, di società multiculturale o multirazziale e scendere in piazza dietro queste parole d’ordine è facile quando sono realtà lontane. Ma oggi ci sono in casa e la gente le vive sulle proprie spalle. Anche i giovani». Infine Gibelli punta il dito verso la globalizzazione, contro cui, proprio sul nostro giornale nei giorni scorsi, si era scagliato Bossi. «La globalizzazione non ha fatto altro che aumentare il bisogno di identità». Per questo i giovani che per la prima volta si avvicinano alle urne guardano verso la Lega.
 

< TORNA INDIETRO


Torna alla home page